26° Alta Valtellina Trophy: la Bormio Ghiaccio non delude

Si conclude una delle edizioni più riuscite dell’Alta Valtellina Trophy, un successo decretato dall’elevata capacità organizzativa, dall’incremento del numero dei partecipanti nonostante l’anno olimpico, dalla struttura del palazzo del ghiaccio all’altezza dell’evento, dalla buona qualità del ghiaccio, dal coinvolgimento del paese e del pubblico, dalla novità della location delle premiazioni all’interno del Pentagono; ovviamente il tutto reso possibile dall’enorme impegno da parte dei nostri volontari, dell’ US Bormiese e degli sponsor che ci sono stati vicini e hanno creduto in questa manifestazione.
Nella categoria inferiori junior d meglio di così non si poteva fare: Viola Simonini e Giacomo Pedrini vincono tutte le loro gare aggiudicandosi così oltre che la competizione anche il trofeo Memorial Armando Trabucchi dedicato al nostro amico giornalista-fotografo che amava questa competizione e soprattutto i giovani atleti. Al femminile sale sul podio anche Marianna Pozzi davanti all’ungherese Sziegti; buona la prova di squadra grazie alle numerose finali raggiunte dalla ragazze che si piazzano nell’ordine 4° Chiara Rodondi, 5° Arianna Peloni, 6° Sara Martinelli, 9° Alessandra Bertolina, 10° Veronika Lanfranchi, 14° Greta Cristani, 15° Federica Cola e 17° Chiara Bonetti. Nei maschi confermano la loro crescita Daniele Cola 4° e Marco Comensoli 5°, appena dietro a loro si piazzano 6° Davide Faifer, 7° Pietro Lanfranchi, 10° Giovanni Antonioli e 16° Francesco Rainolter.
Tra le junior C Ilenia Bradanini ed Anna Spechenhauser salgono sul podio a ridosso della slovacca Filipova, buona la prova di Margherita Pozzi 5° nella generale ed in recupero dopo uno stop forzato. Le tre ragazze, dopo qualche caduta di troppo nell’individuale, non sono fortunate neanche in staffetta poichè sono costrette ad accontentarsi della seconda piazza dopo una scivolata iniziale. Va meglio alla staffetta dei maschietti dove Giacomo Pedrini, Marco Comensoli e Pietro Castellazzi conquistano un po’ a sorpresa la vittoria. Tra gli junior C Pietro Castellazzi continua la sua crescita battagliando con atleti più esperti di lui, alla fine sarà ottavo non senza qualche rimpianto per una caduta di troppo. Le prestazionidei ragazzi in queste categorie permettono al sodalizio bormino di assicurarsi per il secondo anno consecutivo il trofeo AVIS dedicato alla miglior società nella classifica a punti, “non è certo un successo scontato visto che i nostri atleti più rappresentativi nelle categorie maggiori gareggiano con i colori nazionali e quindi i loro risultati non vengono conteggiati…quindi un doppio BRAVO ai più piccoli”.
Bellissima ed emozionante gara nelle junior B femminile con le nostre tre ragazze subito competitive nonostante il salto di categoria: Elisa Confortola ottiene un bel successo nei 500 mt. ritoccando il suo record personale ad ogni prova e nella generale è seconda solo all’olandese Wiersma, il duello si risolve all’ultima curva della superfinale che Elisa ha disputato con lame nuove a causa di una rottura nella prova precedente. Buono il quarto posto di Giorgia Bresciani ottenuto grazie ad un bel terzo posto nei 1000 mt. Week end sfortunato per Viola De Pizza che chiude la sua prestazione con un infortunio alla spalla al 14°, mentre Lucia Busi è 16° Tra i maschi la vittoria va all’olandese Bosma.
Nella categoria Junior A femminile vittoria,forse un po’ a sorpresa, della nostra Gloria Confortola che veniva da una settimana travagliata a causa dell’infortunio patito settimana scorsa in coppa Italia. “Gloria ha costruito il successo punto su punto, gara dopo gara, andando a podio in tutte le finali con la ciliegina sulla torta della vittoria nei 1000 mt.”. Seconda l’olandese Hogeveen.
Nei maschi un ottimo Pietro Marinelli ha emozionato il pubblico sfiorando il successo nei 1500 mt., solo una caduta all’ultima curva lo ha privato di  una vittoria meritata, la classifica generale con l’ottavo posto lo penalizza in maniera esagerata poiché anche nelle altre due distanza contatti di gara ed una caduta nei mille lo hanno tolto dal podio, ma “sicuramente le sue prestazioni lo fanno uscire rinfrancato e fiducioso dalla competizione”; opaca la prestazione di Mark Chong solo decimo, mentre un buon Damiano Alberti è 14°. Come società auguriamo all’italiano Pietro Sighel di riprendersi al meglio ed al più presto dall’infortunio patito alla caviglia.
Tra i senior vincono gli olandesi De Vries al femminile e Visser al maschile con Marco Giordano 16°.
“I risultati non sono mancati ed i nostri atleti hanno risposto sul campo in maniera decisa; averli ottenuti nonostante alcuni episodi di gara sfortunati è stato importante, anche perché come in tutte le gare non tutto può  filare liscio a causa di alcune cadute, ma in questo sport è inutile recriminare poiché fa parte del gioco. Numerosi ragazzi hanno ritoccato i propri tempi, addirittura più volte nel corso della competizione con Elisa che nei 500 mt. vince la finale con tempi inferiori alle junior A e senior. Non ci resta che guardare con fiducia ai prossimi impegni,cercando di migliorare ulteriormente fin dal prossimo fine settimana a Bergamo con le categorie junior C/D all’esordio stagionale in Star Class, circuito europeo che poi a Novembre farà tappa a Bormio”
Micki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>