PROGETTO “SPORT DI CLASSE” – 3° GIORNATA A VALDIDENTRO

Terza ed ultima giornata per il progetto “sport di classe” che dopo Valdisotto e Bormio, ha visto quest’oggi impegnati i ragazzi di Valdidentro, “educati allo sport” grazie anche alla preziosa presenza dei volontari  dell’Unione Sportiva Bormiese.

Si chiude quindi un’altra bellissima giornata di educazione sportiva, nella quale i bambini hanno potuto toccare con mano cosa significa fare fatica, fare gioco di squadra, essere precisi, veloci, agili e tenaci. Insomma in una sola mattinata i nostri grandiosi bambini si sono potuti sbizzarrire nel mondo dello sport, quel mondo che tanto ci gira attorno ma dove spesso non riusciamo a fare centro, in quanto spesso si sposta l’attenzione su altri aspetti che con lo sport poco hanno a che fare, ma che lo sport purtroppo si porta appresso.

Il progetto:

Durante queste giornate, i ragazzi sono stati suddivisi in gruppi ed orari diversi, nei quali hanno svolto le attività sportivo-educative, fino a diventare vere e proprie feste dello sport a scuola. L’obiettivo, possiamo dire centrato, è stato quello di creare la massima integrazione di tutte le diversità che la scuola accoglie (disabilità, bisogni educativi speciali) in un contesto ludico e gioioso senza tralasciare la conoscenza e l’avvicinamento degli allievi alla bellezza del gioco e del giocosport. I “tutors” dei ragazzi (Barbara Baldissera, Federica Rinaldi e Simonetta Bonetti) hanno proposto i valori educativi dello sport, il senso del fair-play, il rispetto anche della salute e dell’ambiente all’interno di una alleanza educativa tra la scuola, le famiglie, il territorio e il movimento sportivo volta a promuovere una corretta «cultura sportiva».

Qualche scatto della giornata a Valdidentro:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>