A Peppino, il vero artefice della pallavolo bormiese

L’U.S. Bormiese ed in particolare il settore pallavolo piange la prematura scomparsa di Giuseppe Pedranzini, a tutti noto come “Peppino”.

Professore di educazione fisica, appassionato di sport, Peppino è stato l’artefice della nascita della pallavolo in Alta Valle. Nell’anno scolastico 1968/69, fresco di laurea, Peppino ha insegnato nel neonato liceo scientifico di Bormio, diretto dai Padri Betharammiti; proprio da questo istituto scolastico ha mosso i suoi primi passi la pallavolo.

Super attivo, dinamico, grintoso, Peppino ha saputo contagiare con la sua passione numerosi ragazzi che ben presto si sono appassionati alla pallavolo.  Dopo i primi tornei, le prime partite amichevoli Peppino ha costituito la “Pallavolo Bormio”, partecipando ai campionati provinciali indetti ed organizzati dalla FIPAV.

Dirigente, accompagnatore e naturalmente allenatore della prima squadra maschile che negli anni 70 ha cominciato a calcare i parquet dei palazzetti provinciali. A Bormio si giocava nella palestra della scuola elementare ed in occasione delle partite di campionato i tifosi erano sempre molto numerosi, ai bordi del campo, arrampicati sulle spalliere ed in ogni spazio disponibile; la trasferta a Bormio era giudicata difficile da tutte le squadre avversarie e poi…………. vedere Peppino era uno spettacolo : la carica, la grinta, l’energia che sapeva trasmettere ai suoi ragazzi erano veramente uniche tant’è che, spesso, al termine dell’incontro Peppino era più stanco dei suoi ragazzi. Come non ricordare la gioia incontenibile di Peppino e dei suoi ragazzi in occasione della prima importante vittoria della Pallavolo Bormio contro la fortissima “A3S di Sondrio” allenata da Alberto Rampa, collega di Peppino.

Una persona eccezionale ed unica che ha saputo coinvolgere e trasferire la sua passione ai numerosi ragazzi che, terminata l’attività agonistica, hanno continuato a coltivare la passione per la pallavolo, diventando dirigenti, allenatori, accompagnatori, ecc.. Primi tra questi la figlia MARTINA che ha saputo continuare e divulgare il prezioso lavoro svolto da papa’ Peppino.

Il seme piantato da Peppino era sicuramente fertile ed i frutti si possono vedere ancora oggi, dopo più di quarant’anni; il settore pallavolo dell’U.S. Bormiese conta oggi più di 200 tesserati.

 

Il Settore Pallavolo, riconoscente

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>