Bormio Ghiaccio, chiusura 2016/2017: un’altra straordinaria stagione sportiva

Quella prettamente sportiva si è chiusa nei primi giorni del mese di aprile; giusto il tempo per tirare le somme e stilare le varie classifiche che, per la Bormio Ghiaccio, è arrivato anche il momento di tirare le somme della stagione sportiva 2016/2017. Una stagione che ha confermato – come hanno evidenziato dirigenti e tecnici della società – il posto di primo piano che la Bormio Ghiaccio occupa da anni nel panorama nazionale ed internazionale. L’assemblea di fine stagione con le premiazioni di merito e la consegna della rassegna stampa sì è svolta presso la tensostruttura del centro sportivo nel pomeriggio di sabato 6 maggio 2017.
Una piccola flessione a fine stagione, qualche infortunio che sarebbe stato meglio non ci fosse, qualche decisione dei giudici hanno, forse, limitato il bottino; ma scorrendo le classifiche ed i report che pubblichiamo a margine del servizio non si può che essere soddisfatti. Lo hanno detto i rappresentanti della Federazione Elena Comolo e Antonio Giacoma, che hanno sottolineato il grande impegno della società su tutti i fronti; lo ha ricordato il sindaco di Bormio, Roberto Volpato, orgoglioso del fatto che il nome di Bormio è portato in Italia e nel mondo con successo; lo hanno ribadito il presidente dell’US Bormiese, Pierluigi Spechenhauser, e quello della Bormio Ghiaccio, Enrico Pedrini: “è motivo di grande soddisfazione per tutti noi vedere i risultati del vostro impegno e dello straordinario lavoro dei tecnici, oltre che dei tanti volontari che sostengono ed seguono la società negli impegni organizzativi e nelle trasferte”.

Adelio Antonioli, vicepresidente e responsabile tecnico della società, ha compiuto una panoramica del lavoro svolto ed ha ricordato i successi conquistati nel corso della stagione con la Bormio Ghiaccio 86 volte sul podio. Risultati che sono frutto di un costante impegno, riconosciuto e premiato dalla società nella speciale classifica di merito; risultati che iniziano con la promozione dell’attività (150 i giovanissimi che hanno partecipato ai corsi di avviamento) e proseguono nei diversi gruppi. Fino al coronamento della nazionale che continua ad essere fortemente “figlia” della Bormio Ghiaccio.

Due i momenti speciali dell’incontro di chiusura della stagione sono stati, naturalmente, quelli legati alla premiazioni. C’erano praticamente tutti gli atleti con le loro famiglie; ad eccezione di quelli impegnati con i raduni ed i ritiri.

CLASSIFICA DI MERITO
(calcolata in base ai risultati conseguiti nel corso della stagione)

vedi file pdf (da scaricare)

Nella categoria senior Marco Giordano con 34 punti; nella categoria junior A Mark Chong con 104 punti; nella categoria junior B Gloria Confortola con 99 punti; nella categoria junior C Elisa Confortola con 225 punti; nella categoria junior D Noemi Della Moretta con 52 punti; nella categoria junior E Daniele Cola (110 punti), Sara Martinelli (135 punti) e Marianna Pozzi (121 punti); nella categoria junior F Anna Cossi (con 196 punti), Pietro Antonioli (con 100 puti) e Sabrina Canclini (c0n 74 punti); infine nella categoria promozionale Serena Cola (60 punti), Giulia Occhi (55 punti) e Fabio Bracchi (47 punti).

PREMIO PRESENZA
(calcolato in base alla assiduità agli allenamenti)
vedi file pdf (da scaricare)

Per il Gruppo A Damiano Alberti (212 allenamenti e 8 assenze); per il gruppo B Federica Cola (con 162 allenamenti e 3 assenze); per il gruppo C Federica Cola (con 115 allenamenti e nessuna assenza); per il gruppo D Caterina Canclini (con 43 allenamenti ed 1 assenza).
A consegnare premi di merito e riconoscimenti, oltre al presidente Enrico Pedrini, gli allenatori Adelio e Michele Antonioli, Lele Spechenhauser, Laura Mattia e Debora Secchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>